Interviste

Intervista #1 – Amalia Costantini

Oggi ho il grande piace di proporvi l’intervista ad una persona che è per me di grande ispirazione.

Si chiama Amalia Costantini ed è chef del ristorante “Mater” di Fiano Romano (RM).

Grazie a lei, Fiano Romano, un piccolo comune di appena 16.000 anime non distante dalla capitale, è diventato negli ultimi 5 anni uno dei punti di riferimento in Italia (e non solo) per chi vuole gustare una favolosa pizza gourmet fuori dal circuito della capitale.

Mater ha già ricevuto vari riconoscimenti prestigiosi, come i Due Spicchi della Guida Pizzerie del Gambero Rosso e i Due Forni di 50 Top Pizza, oltre a rappresentare una meta irrinunciabile per tutti gli appassionati di pizza e di lievitati.

Pur non avendo ancora visitato e avuto il piacere di mangiare da Mater (ma è solo questione di settimane), Amalia è una grande professionista che seguo ormai da mesi e che mi ha colpito per la sua passione energica, l’autenticità ed il cuore che mette nella sua professione.

Inoltre, è davvero gentilissima.

E poi diciamocelo chiaramente, le donne pizzaiole non sono tante e io voglio dare loro voce all’interno di questo piccolo spazio.

Perché se lo meritano, se lo meritano tutto!

Ma ora a te la parola, Amalia, è un grande onore per me averti qui. 🙂

  1. Come è nato il tuo amore per la pizza?

Il mio amore per la pizza altro non è che l’evoluzione del mio studio del lievito madre e di tutta la panificazione nel suo genere, che io adoro.

La pizza viene dopo ed il concetto di pizza gourmet che oggi mi appartiene e mi indentifica arriva ancora dopo.

Sono tutti passaggi evolutivi di una professione scoperta per caso che, come ho già più volte avuto modo di raccontare, per me non è una professione ma una vera e propria passione.

2. Qual è il primo passo che hai fatto per formarti verso questa professione?

Durante la frequenza di un corso professionale di cucina presso la Scuola TU Chef di Annamaria Palma (che mi piace sempre ricordare) ho scoperto per caso il lievito madre o pasta madre.

È stato amore a prima vista!

Successivamente ho capito che lo studio di questo antico strumento di panificazione era più che mai necessario per capire a fondo quanto delicato fosse l’utilizzo di questo lievito in panificazione.

Un primo corso amatoriale in compagnia di Salvatore Kosta (tecnologo ed esperto) ed un secondo corso professionale in compagnia del Maestro Giorilli mi hanno dato qualche spunto in più che poi ha aperto la mia mente ad una formazione in continua evoluzione.

Non si finisce mai di sperimentare e di imparare.

3. Qual è la principale difficoltà che hai incontrato nel tuo percorso?

Quella di essere donna in un mondo fatto di soli uomini con un prodotto come il lievito madre che ancora oggi si scontra con un mondo ancora troppo legato alla pizza tradizionale.

4. Cosa o chi ti ha maggiormente aiutato a superarla?

La famiglia, la mia determinazione ed il mio lievito madre.

5. Qual è la pizza che ami di più mangiare?

Diciamo che ad oggi le pizze da me realizzate (a degustazione e non) sono talmente tante che ardua sarebbe la scelta. Diciamo che amo la pizza…punto!

6. Qual è la pizza che ami più preparare?

Preparare la pizza in senso stretto, diciamo la margherita per intenderci, è una cosa che ormai , per motivi lavorativi, eseguono molto bene i miei collaboratori.

Per quanto riguarda il concetto di preparazione della pizza in un senso più ampio, diciamo subito che sono esclusivamente io ad occuparmi della preparazione degli impasti e di tutte le mie pizze a degustazione.

Per la realizzazione di questo tipo di pizze do tutta me stessa, in particolare se si tratta di verdure o pesce in tutte le loro declinazioni. 

7. La pizza più buona che ha mangiato all’estero?

Non sono una persona che ha viaggiato molto nella sua vita e sinceramente non mi è mai capitato di mangiare pizza all’estero, soprattutto perché ho problemi con il lievito di birra (allergia) e non è facile trovare impasti 100% Lievito Madre. Meglio non rischiare. 🙂

8. Ingrediente preferito?

Adoro in modo esagerato le farine! Studio e sperimento ogni giorno.

9. Dove possiamo trovarti/contattarti?

Ecco qui:

Sito web

Instagram

Facebook

Grazie mille Amalia, spero di venire presto a trovarti al Mater!